Diario alimentare emozionale

Vivere in un’epoca di fast food è deleterio per la linea; ci si ritrova quindi a provare con diete e promesse di dimagrimento, che spesso risultano nocive, se non seguite da esperti. In psicologia si può ricorrere a delle sedute in cui si costruisce insieme un diario alimentare e si inizia un percorso di conoscenza emozionale del cibo

Il diario alimentare emozionale utilizzato in psicologia è uno strumento molto importante per gestire il peso e la capacità di conoscere il proprio senso di sazietà

L’obiettivo è costruire una corretta conoscenza del proprio rapporto con il cibo.

 

Il progetto si prefigge di affiancare all’aspetto mentale anche degli incontri di fitness con un docente specializzato per offrire un contenitore anche corporeo e per muovere il corpo in sintonia con la mente.

Come funziona:

fase 1) si effettuano 2 sedute con lo psicologo per costruire il proprio diario alimentare emozionale;
fase 2) si avranno poi 2 sedute con il personal fitness per definire gli esercizi specifici;

fase 3) si procederà con controlli settimanali, da degradare una volta raggiuni gli obiettivi prefissati (accordati in sede specifica sia con lo psicologo che con il personal fitness).